LAVORO

Oggi: 20 MLN di euro con il pacchetto “Lavoro Subito”assicurano concrete opportunità di lavoro in Abruzzo

QUATTRO INTERVENTI PER SOSTENERE L'OCCUPAZIONE

L'Assessorato al Lavoro, con il lancio del pacchetto “Lavoro Subito”, mette in campo 20 MLN di euro a sostegno dell'occupazione, finanziati con risorse del FSE e del Ministero del Lavoro, attraverso quattro diversi bandi: Intraprendo e Goal per incoraggiare la nascita di nuove start-up aziendali con incentivi a fondo perduto da parte di tutti i residenti inoccupati e disoccupati della regione Abruzzo e di tutti i giovani under 36; Lavorare in Abruzzo 4 con incentivi a tutti i datori di lavoro finalizzati all'incremento dell'occupazione attraverso bonus assunzionali; Microcredito 2 finalizzato a garantire l'accesso al credito agevolato alle micro imprese, alle ditte individuali, alle società di persone e cooperative, ai lavoratori autonomi ed ai professionisti presenti sull’intero territorio regionale. Il sistema economico-occupazionale in tal modo riceve un impulso reale per fronteggiare l’attuale momento di crisi.

 

Incentivi assunzionali: 71 MLN di euro per i giovani e l'occupazione

TRE EDIZIONI DI "LAVORARE IN ABRUZZO": 61 MLN DI EURO DEL FSE

Oltre 3.000 lavoratori assunti a tempo indeterminato dalle aziende abruzzesi beneficiarie dei bonus assunzionali previsti dal bando "Lavorare in Abruzzo", finanziato con risorse del Fondo Sociale Europeo 2000-2006. Stanziati, altresì, 8 milioni di euro per lo scorrimento della graduatoria del progetto, col duplice scopo di contrastare la crisi occupazionale e incentivare lo sviluppo delle imprese, che di conseguenza, hanno prodotto ulteriori 600 posti di lavoro a tempo indeterminato. Una best practice riproposta mettendo successivamente a disposizione 15 milioni di euro a favore delle zone di crisi regionali, delle aziende operanti nei poli di innovazione e per l'insediamento di aziende aventi grandi ricadute occupazionali.

10 MLN PER I "GIOVANI (IN)DETERMINATI"

Bonus assunzionali per 620 giovani diplomati e laureati in Abruzzo. L'avviso pubblico "Giovani (in)determinati" inserito come progetto speciale nel Piano Operativo 2010/11/12 del Fondo Sociale Europeo 2007-2013 e finanziato con 10 milioni di euro ha prodotto l’assunzione a tempo indeterminato di 620 giovani diplomati e laureati fra i 18 e i 35 anni. Le aziende partecipanti all'avviso hanno potuto attingere da due liste, per attivare assunzioni dirette a tempo indeterminato di uno o più giovani, usufruendo di un bonus assunzionale di 15.000 euro per ogni giovane assunto. Raggiunti gli obiettivi prefissati: contrastare la disoccupazione giovanile, abbattere la precarietà del mercato del lavoro, dare sostanza al principio del merito incentivando l'assunzione a tempo indeterminato di capitale umano qualificato.

 

Autoimprenditorialità

"FARE IMPRESA": 289 NUOVE IMPRESE FINANZIATE CON 20 MLN DI EURO

Due edizioni di "Fare Impresa": con la prima sono state finanziate 92 nuove imprese finanziate con 7,75 milioni di euro a cui si sommano 61 progetti per l’autoimprenditorialità femminile sostenute con 4,28 milioni di euro. Un successo che si è ripetuto con “Fare Impresa 2” che con 8,3 milioni di euro, previsti nella Programmazione FSE 2012/13, ha finanziato la nascita di 136 nuove imprese.

CON IL PATTO PER IL LAVORO INTRODOTTO IL SISTEMA PER DOTE INDIVIDUALE

Il “Patto delle politiche attive del Lavoro” per i lavoratori colpiti dalla crisi, percettori di ammortizzatori sociali in deroga, prevede l'introduzione dello strumento della "Dote individuale", un contributo finanziato da risorse del Fondo Sociale Europeo e gestito direttamente dal lavoratore beneficiario di ammortizzatori sociali. Di questi fondi il lavoratore può usufruire attraverso la rete dei centri per l'impiego o attraverso i soggetti privati accreditati. Il percettore della dote individuale può scegliere autonomamente da quale organismo accreditato farsi erogare i servizi formativi desiderati. La dote ha la durata massima di 6 mesi con un valore medio standard di 600 euro mensili per lavoratore.

 

Inclusione delle donne

"LA CRESCITA E' DONNA":  10,5 MLN A IMPRENDITRICI E PROFESSIONISTE

Finanziate con un totale di 10,5 milioni di euro le due edizioni di “La crescita è donna”, che rientrano nel programma di inclusione sociale del Piano Operativo 2009/10/11 del Fondo Sociale Europeo 2007/13, che prevede interventi a favore dell'occupazione e della conciliazione vita/lavoro per le donne. In particolare, le linee di intervento sono tre: "Più imprenditrici" , con incentivi per la creazione di nuove imprese; "Più professioniste", con incentivi alle imprese che attivano rapporti di consulenza in favore di giovani professioniste operanti in Regione; ed infine il "Voucher Family" che prevede contributi alle donne con carichi familiari per favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. 86 nuove imprese sono state attivate nel territorio grazie al progetto “ Più imprenditrici”, 546 professioniste abruzzesi presteranno la loro consulenza in 311 aziende grazie agli incentivi alle imprese e 1.000 donne abruzzesi che usufruiranno dei “Voucher Family”, di 2.000 euro massimo, come strumento ausiliario per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

 

Microcredito

PRESTITI AGEVOLATI PER PIU' DI 1.000 ATTIVITA'

Prestiti agevolati fino ad euro 25.000 al tasso dell'1% per sostenere microimprese e lavoratori autonomi. Per sostenere le richieste di credito a valere sul progetto, la Regione ha messo a disposizione circa 14 milioni di euro con lo strumento del Fondo rotativo. Attraverso questo progetto la Regione completa il complesso percorso del Microcredito offrendo un piccolo prestito che rappresenta, comunque, un enorme sagnale di speranza e fiducia per il mondo produttivo abruzzese.

 

Programma Obiettivo Giovani Abruzzo

12 MNL PER IL RILANCIO DELL'OCCUPAZIONE GIOVANILE

Il Programma "Obiettivo Giovani Abruzzo", cofinanziato dai progetti nazionali Fixo e Amva, stanzia 12 milioni di euro di risorse governative per sostenere la crescita dell'occupazione giovanile in Regione, agevolare l’ingresso dei giovani nel mercato del lavoro, favorendo la transizione scuola-lavoro e stimolando l’imprenditorialità e il sistema produttivo regionale. Lo scopo è di aumentare i livelli occupazionali dei giovani laureati e diplomati residenti nella Regione Abruzzo che abbiano tra i 18 e i 35 anni. Delle risorse hanno beneficiato e beneficeranno direttamente oltre 2.000 giovani abruzzesi e interesseranno inoltre gli studenti di 20 Istituti Tecnici Professionali regionali.

Quattro le linee di intervento:

a) Autoimprenidorialità: promuovere l’attitudine all’imprenditorialità e favorire la nascita di nuove attività imprenditoriali o libero professionali sul territorio regionale.

b) Placement per le scuole secondarie:percorsi personalizzati di orientamento al lavoro con l’obiettivo di ridurre i tempi di transizione dalla scuola alla vita professionale e di aumentare le possibilità di trovare un’occupazione in linea con gli studi effettuati.

c) Apprendimento per competenze: inserimento di quasi mille giovani abruzzesi tra i 18 e i 29 anni, attraverso percorsi di apprendistato professionalizzante e di alta formazione.

d) Bottega di Mestiere: favorire la trasmissione di competenze specialistiche, nell’ambito dei comparti produttivi della tradizione italiana, alle nuove generazioni attraverso l’attivazione di percorsi sperimentali di tirocinio.

 

 

 

 

 

 

 

 

Contatti

Segreteria
Via Vittorio Veneto n. 27
64100 Teramo
tel. e fax 0861241308

 

Seguimi su: youtube face twitter
 
 
 
Sei qui: Home ASSESSORE Lavoro